Sport: un successo la Giornata Nazionale US ACLI
‘Lo Sport che vogliamo’ ha coinvolto 16 Regioni per 60 eventi
Da Trieste a Roma, Varese, Messina, con TIRO A RETE sport per tutti

ROMA, 12 ottobre 2021 – Per uno sport “partecipato, inclusivo, aggregante, interetnico, educativo e pulito. Ma anche accessibile, semplice, popolare, sociale e accogliente”. È stata un successo la Giornata Nazionale ‘Lo Sport che vogliamo – Risorsa per le Comunità’, organizzata dall’Unione Sportiva ACLI lo scorso weekend su tutto il territorio nazionale.
Una giornata che si è realizzata in contemporanea in tutta Italia e che ha coinvolto in totale ben 16 regioni, 39 province, 55 comuni per 60 eventi programmati e 53 attività motorie e sportive, in luoghi simbolo di cittadinanza vissuta o negata da sostenere o rilanciare attraverso lo sport.
Giunta alla sua IV edizione, la Giornata ha goduto del patrocinio dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport della CEI, con le partnership del quotidiano Avvenire e di Decathlon. Nell’ambito della Giornata Nazionale dello sport US ACLI, a Trieste si sono svolte anche iniziative sportive legate alla Barcolana, la regata più grande del mondo, con il ‘Trofeo Fuorivento’, regata velica dedicata a persone disabili a cura dell’Asd Overwind Sailing Team e una dimostrazione di fitness miscelato con musica e ballo al ‘Villaggio Barcolana’ a cura dell’Asd Romano Salsation Clarich.
A Roma, presso il Parco Tutti Insieme, è andata in scena la VII edizione delle ‘Nonniadi’, una giornata di sport e attività dedicata ai nonni e le nonne della Capitale insieme ai loro nipoti promossa dalle ACLI di Roma e provincia, dall’Unione Sportiva ACLI Roma e dalla FAP (Federazione anziani e pensionati) ACLI Roma.
Particolare attenzione ha riscosso il progetto ‘TIRO A RETE – Reti territoriali per l’integrazione multiculturale attraverso lo sport’, cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con circa 30 comitati US ACLI che hanno coinvolto immigrati già operativi nell’Associazione o residenti in centri/case di accoglienza, Caritas e/o cooperative. A Domodossola, per esempio, sono stati coinvolti molti ragazzi e ragazze stranieri dell’ENAIP, la maggior parte provenienti da Marocco, Romania, Senegal e Cina, in 6 classi dei corsi di Operatore Servizio Vendite e Meccanico d’auto.
A Messina, al ‘Trocadero Sport Club’, tra le discipline il Baseball 5, con i ragazzi e le ragazze degli Swordfish Messina, e il Bubble Soccer. La madrina dell’evento è stata la judoka messinese Carolina Costa, classe 1994, medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Tokyo. Presente anche il presidente regionale dell’Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo, Totò Lombardo. Coinvolti nelle attività sportive, diversi ragazzi e ragazze immigrati della Casa Famiglia S.S. Annunziata di Messina per minori non accompagnati e della Casa Famiglia Barcellona Pozzo di Gotto per i maggiorenni non ancora in grado di mantenersi da soli. Presente agli eventi anche Emilia Ammirato, coordinatrice del progetto provinciale di ‘TIRO A RETE’.
Al campo sportivo dell’Oratorio di Quinzano di Sumirago, la Giornata Nazionale dell’US ACLI Varese ha visto andare in scena un quadrangolare di pallavolando sulla sabbia, prove di pattinaggio freestyle ed un torneo di calcio a 7.
E non finisce qui, perché tra le attività della Giornata Nazionale US ACLI ve ne sono alcune che proseguiranno fino a fine mese. Tra queste, Karate, Ju Jitsu, calcio, danza e teatro, con il coinvolgimento di più discipline in collaborazione con il Centro Fernandes – Caritas/Migrantes di Castel Volturno, Comune in provincia di Caserta tra quelli che hanno la maggiore incidenza di immigrati rispetto alla popolazione locale. Ad Aprilia, dove il 17 ottobre si svolgeranno diverse attività adattate e integrate che coinvolgeranno disabili.

Menu