Sport risorsa per le Comunità, 9 e 10 ottobre Giornata Nazionale US ACLI
Coinvolte 16 Regioni per 60 eventi. Iniziative legate a Barcolana e ‘TIRO A RETE’
Decaro (ANCI): “Iniziativa di grande valore”. Lembo (US ACI): “Rilanciamo attività inclusione”.

Roma, 8 ottobre 2021 – Lo sport accessibile a tutti e per tutti, per valorizzare il binomio tra attività sportiva e cittadinanza. Sono gli obiettivi che da tempo si prefigge l’Unione Sportiva ACLI, Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI, attraverso la Giornata Nazionale dello Sport ‘Lo Sport che Vogliamo – Risorsa per le Comunità’, in scena su tutto il territorio nazionale il 9 e 10 ottobre 2021.

Giunta alla sua quarta edizione, la Giornata si prefigge di sviluppare le modalità con cui l’Associazione è presente sui numerosi territori del Paese. Una giornata che si realizza in contemporanea in tutta Italia e che coinvolge in totale ben 16 regioni, 39 province, 55 comuni per 60 eventi programmati e 53 attività motorie e sportive, in luoghi simbolo di cittadinanza vissuta o negata da sostenere o rilanciare attraverso lo sport, che si differenzia secondo le esigenze sportive e sociali locali e mira a promuovere e valorizzare le potenzialità e responsabilità dello sport per la crescita culturale e sociale del territorio e dei cittadini.

L’obiettivo della Giornata è quello di perseguire “uno sport accessibile a tutti, strumento di benessere, inclusione, riscatto sociale, un ruolo attivo e riconosciuto dello sport nelle politiche di sviluppo del territorio”. Nell’ambito della Giornata Nazionale dello sport US ACLI, si svolgeranno anche iniziative sportive legate alla Barcolana, la regata più grande del mondo nel Golfo di Trieste, e il progetto ‘TIRO A RETE – Reti territoriali per l’integrazione multiculturale attraverso lo sport’, cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con circa 30 comitati US ACLI che coinvolgeranno immigrati già operativi nell’Associazione o residenti in centri/case di accoglienza, caritas e/o cooperative.

Sport e Territorio, un binomio valorizzato anche dal patrocinio dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) e dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport della CEI, con le partnership del quotidiano Avvenire e di Decathlon.

Antonio Decaro, Presidente dell’Anci, ha dichiarato: “I mesi della pandemia, nella loro drammaticità, ci hanno insegnato molte cose e ci hanno indotto a comportamenti diversi. Ora che grazie alla campagna vaccinale si spera che l’Italia stia uscendo dall’emergenza, alcuni di questi insegnamenti non vanno dimenticati. In particolare, è diventata più forte e più diffusa la consapevolezza dell’importanza di uno stile di vita sano, nel quale per tutti giochino un ruolo importante l’attività fisica e la pratica sportiva, a tutti i livelli a cominciare da quelli di base”.

“Per questo l’Anci – ha proseguito Decaro – attribuisce grande significato e valore a iniziative come la Giornata nazionale dello Sport ‘Lo sport che vogliamo – Risorsa per le comunità’ promossa dall’Unione Sportiva Acli. Investimenti, strutture moderne e accessibili, promozione e organizzazione: di questo necessita la diffusione della pratica sportiva di base, su questi obiettivi l’Anci è impegnata da tempo. Auguro il miglior successo alla Giornata nazionale dello Sport”.

“Dopo tante sofferenze legate alla Pandemia – ha dichiarato il Presidente dell’US ACLI Damiano Lembo – sono felice che il movimento sportivo stia per ripartire. Questa Giornata per noi rappresenta un’occasione di rilancio delle nostre attività sportive e di riscatto per tutta la popolazione, specie per quanti attraverso lo sport hanno trovato un’importante occasione di inclusione e condivisione”.

 


LOCANDINA

CALENDARIO EVENTI
BROCHURE
CIRCOLARE NORME ANTI COVID19
MODULO LIBERATORIA FOTO

Menu